Home > Magazine > Salute e Benessere
Salute e Benessere

CHE INVERNO SAREBBE SENZA AGRUMI?

CHE INVERNO SAREBBE SENZA AGRUMI?
quando il periodo Natalizio si avvicina e l'inverno bussa alla porta ci torna la voglia di agrumi.

Con le loro forme tondeggianti e colori accesi, quasi non si distinguono da una pallina di Natale.
E quasi quasi viene voglia di appendere mandarini e aranci, pompelmi e mandaranci sul proprio abete e decorarlo in maniera originale.
Sì, perché è proprio quando il periodo Natalizio si avvicina e l’inverno bussa alla porta che ci torna la voglia di agrumi.
Anche i nonni ci raccontano di come, una volta, sotto l’albero, la mattina di Natale, i più piccoli non trovavano giocattoli o pupazzi: Babbo Natale portava loro dolci leccornie e, soprattutto, frutta. Complici il clima rigido e le ristrettezze economiche, non tutte le famiglie potevano permettersi gli agrumi: i bambini, quindi, non potevano che fare i salti di gioia alla vista di quelle rotonde prelibatezze.

Ma non sono solo la forma, il colore e il gusto a fare di questi frutti i protagonisti delle feste: è il loro concentrato vitaminico a renderceli indispensabili!
Sì, perché dopo gli sbalzi climatici di inizio autunno e i pungenti venti gelidi delle settimane che anticipano l’inverno, a fine anno il nostro corpo ha bisogno di una sferzata d’energia: qualcosa che riporti la pelle alla sua naturale morbidezza, qualcosa che riattivi il metabolismo, qualcosa che lo protegga dai malanni di stagione.

Indovinate? Gli agrumi possono tutto questo.
Tutto merito della loro concentrazione di vitamina C e di pectina.
La prima si sa, idrata e rinforza l’organismo (e l’umore!); la seconda, meno conosciuta, è un’alleata che vorremmo avere sempre al nostro fianco. La pectina infatti è una fibra solubile capace di aumentare il senso di sazietà, rallentare la digestione e modulare così l’assorbimento delle sostanze nutritive, regolarizzando così anche la funzionalità dell’intestino oltre a nutrire la flora batterica e a contribuire alla produzione di vitamina K.

Insomma, basta uno spicchio di arancia per innescare un circolo virtuoso che ci permetterà di trascorrere il periodo delle feste insieme alle persone a noi care e, soprattutto, lontani dal letto.

Ma il bello degli agrumi è che sono anche quanto di più versatile esista in cucina.
Immaginatevi una giornata tipo: un mandarino a colazione per iniziare la giornata con il piede giusto, una spremuta a metà mattinata per ritrovare un po’ di sprint, un’insalata di agrumi e noci in pausa pranzo, una spruzzata di limone nel tè caldo del pomeriggio per depurarsi, fettine di arancia a contorno di un secondo a base di carne, la sera, per chiudere la giornata con un tocco gourmet.

Insomma, essiccati e usati come decorazioni natalizie, come regalo da far trovare sotto l’albero o, semplicemente, come ingrediente che mai deve mancare in dispensa, anche quest’anno la casa sarà irradiata dal dolce profumo di agrumi.



altri consigli