Home > Magazine > Sapori d'Italia
Sapori d'Italia

Food Trend: i fiori eduli che sbocciano nel piatto

Food Trend: i fiori eduli che sbocciano nel piatto
Infiammano la natura, colorano i terrazzi...rallegrano i piatti da portata.

Infiammano la natura, colorano i terrazzi... rallegrano i piatti da portata.
Elementi decorativi da seminare in giardino o da esporre in balcone, i fiori sono anche ottimi ingredienti da portare in tavola.

Si chiamano fiori eduli e sono la nuova frontiera del food trend.
Sarà che la fantasia degli chef non ha confini. Sarà che fotografare i piatti è – ormai – una moda.
Fatto sta che, oltre che buone, le pietanze devono essere belle. E – soprattutto – devono essere sane.
E se – in fatto di bellezza – i fiori non hanno paragoni, quanto a salute, i fiori la sanno davvero lunga.

I fiori da mangiare, infatti, sono preziosi alleati della salute: grazie alle sostanze che gli conferiscono colori intensi, i petali sono ricchissimi di antiossidanti.

Dalla rosa al sambuco, dal geranio alla bocca di leone, dalla calendula al garofano: sono oltre 50 i fiori commestibili esistenti.
Tra le numerose specie poco note, però, esistono anche fiori edibili alla portata di tutti. Sono quelli che nascono da verdure e piante aromatiche: fiori di zucca e zucchina, fiori di finocchio e ravanello, ma anche fiori di basilico, di menta, di salvia, di lavanda e di rosmarino.

Così buoni da mangiare e così benefici per l’organismo.
Allora, perché i fiori eduli sono così poco diffusi? Cultura a parte, c’è un aspetto pratico che ne limita non poco l’utilizzo. Parliamo del deterioramento.
Una volta colti, i fiori hanno vita molto breve: oltre a essere delicatissimi, macerano rapidamente. Per questo, devono essere trattati con garbo e devono essere consumati entro poche ore dopo essere stati raccolti.

Note trascurabili ma inevitabili: prima di mangiare fiori, è basilare conoscere con certezza quali siano le specie commestibili e sapere solo i petali sono commestibili (pistilli e gambo sono, quindi, da rimuovere accuratamente).
È fondamentale, poi, consumare esclusivamente fiori coltivati personalmente: i fiori raccolti in giro e quelli venduti nei negozi sono trattati con sostanze chimiche, pericolosissime per la salute.
Infine, una nota per gli allergici: chi soffre di allergie dovrebbe avvicinarsi gradualmente ai fiori edibili, così da scoprire con cautela l’eventuale comparsa di reazioni da parte dell’organismo.



altri consigli