Home > Magazine > Salute e Benessere
Salute e Benessere

PICCOLI GESTI, GRANDI SORRISI

PICCOLI GESTI, GRANDI SORRISI
Lavare i denti al tuo bimbo, divertendosi

L’igiene orale è importante. Fin dai primi dentini.
Sì, perché denti puliti significa denti sani. Quindi niente dolori e niente pianti. E notti serene per mamma e papà.
Inoltre, una scarsa cura della dentizione primaria può provocare l’insorgenza di carie e il decadimento dei denti che, a loro volta, possono provocare problemi all’apparato digerente e allo sviluppo del linguaggio.
Dunque, spazzolini alla mano!

È bene tenere controllata la bocca dei neonati fin dai primi giorni di vita: impossibile sapere quando spunteranno i primi dentini! Il consiglio è quello di passare un dito pulito lungo le gengive, per sentire se c’è un dente che fa capolino.
L’igiene orale, però, comincia subito: per pulire la bocca dai batteri, passate una pezzuola umida lungo le gengive, tenendola avvolta a un dito. Questo procedimento potrà applicarsi anche quando spunteranno i denti da latte.
Una volta comparsi i molari (o comunque intorno all’anno di vita), è bene sostituire la garza umida con uno spazzolino: in commercio ne esistono di appositamente studiati, con setole morbide, morbidissime. All’inizio, è bene non usare il dentifricio: il bimbo potrebbe ribellarsi al gusto e alla consistenza; meglio preferire dell’acqua tiepida. Dopo i tre anni, potrete cominciare ad abituare il bimbo all’utilizzo di una pasta per bambini.
Si tratta di un momento della crescita molto importante perché se il bimbo farà propria l’abitudine di lavarsi i denti, probabilmente non la perderà nemmeno negli anni a venire e la sua igiene orale sarà in una botte di ferro. Per questo è bene trasmettere sensazioni positive durante il lavaggio dei denti. Come? Gli spunti sono tantissimi! Potete scegliere uno spazzolino con il suo supereroe preferito (Superman, d’altronde, ha un sorriso perfetto. No?), oppure lavarvi i denti tutti insieme, creando un vero e proprio momento di unione familiare. Potreste fare le boccacce allo specchio, per invitare il bimbo a usare lo spazzolino in tutti i punti della bocca, o premiarlo con il suo gioco preferito o con la lettura della fiaba che più ama.

E quando i bimbi si fanno più grandi? Non smettete mai di controllarne la bocca, soprattutto nelle fasi in cui i denti da latte cadono per lasciare spazio a quelli definitivi: in questi momenti, è bene avere gengive sane e pulite, così da agevolare la formazione della dentizione permanente.
Fondamentali le visite presso dentisti e pediatri che, oltre a monitorare l’igiene orale dei bambini, sapranno darvi preziosi consigli su spazzolini e dentifrici da preferire.



altri consigli