Home > Magazine > La casa
La casa

Smoothie, frullati e centrifugati: la frutta da bere

Smoothie, frullati e centrifugati: la frutta da bere
Differenze, proprietà e ricette

Quando l’estate dà il meglio di sé e monta la canicola, la spossatezza spegne le energia e l’appetito viene meno.
Già, perché, con il caldo chi ha voglia di mangiare?
A fronteggiare all’inappetenza tipica della stagione calda una soluzione c’è. Ed è tutta da bere.

Centrifugati e smoothie, frullati e frappè sono protagonisti assoluti dell’estate in tavola.
Mix di frutta e verdura facili da preparare e perfetti per colazione o per pranzo o per merenda, con il loro apporto calorico che varia dalle 150 alle 350 calorie (in base agli ingredienti con i quali sono preparati).
Cocktail di salute, concentrati di benessere, queste bevande fresche e light sono un pieno di vitamine… e quanto sono buone!
Ma qual è la differenza tra centrifugati, smoothie, frullati e frappè?

Il centrifugato è un estratto liquido di frutta o verdura preparato con un apposito apparecchio che – grazie alla forza centrifuga – separa succo da polpa e buccia (contenente fibre), per offrire un vero e proprio juice.
La centrifuga è in grado di estrarre il succo anche dai vegetali più duri, come banane, carote e broccoli.
Quanto alle ricette di centrifugati, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Anzi, della fantasia!
Qualche idea? Anguria, pesca e fragole: i frutti dell’estate, per il più dolce dei frullati; carote, arance e mango e arance, per un concentrato salva tintarella; finocchi, cetrioli e zenzero, per digerire e depurare.

Lo smoothie è una purea densa di frutta o verdura (talvolta congelata), alla quale aggiungere acqua, yogurt magro o vegetale e ghiaccio tritato.
Provalo con lamponi, mirtilli, latte di soia, yogurt bianco e ghiaccio, o con mango congelato, latte di cocco e succo di ananas, oppure con melone, cetriolo, zenzero, menta, scorza di limone e miele.

Più liquido dello smoothie e più nutriente del centrifugato, il frullato contiene frutta o verdura e acqua o latte o succo di frutta, oltre che eventuali dolcificanti (quali, ad esempio, zucchero o miele).
Nel frullato, la buccia (quindi, la fibra) dei vegetali è mantenuta all’interno della bevanda, favorendo l’attività intestinale.
Grande classico, con mela e banana, alle quali aggiungere latte di mandorla e – perché no!? – un pizzico di cannella. Oppure, pesche e albicocche, fragole e miele, per una dolcezza che sa d’estate.

Il frappè, infine, è un cremoso frullato preparato con aggiunta di gelato. Proprio per questo, è decisamente più calorico rispetto alle sue cugine sopra elencate.
Dolcissimo, con banana, latte e gelato alla nocciola; goloso, con fragole, latte e gelato allo yogurt; lievemente più leggero, con pesche, succo di limone e gelato alla frutta.

Un piccolo segreto per preparare centrifugati e smoothie, frullati e frappè dolci e sani?
Scegli frutta matura, per evitare di aggiungere lo zucchero. 



altri consigli